Fred Buscaglione e Django Reinhardt: due spettacoli di Franz Campi

Fred Buscaglione
Due diversi spettacoli: una replica di Fred Buscaglione con la sua storia e canzoni, e l’inedito “Lo zingaro miracoloso – Django Reinhardt, il geniale chitarrista manouche” con il Martirani Gipsy Trio e la special guest Valentino Corvino al violino. Musica, racconti e ritmo!

Fred Buscaglione: Giovedì 12 aprile

Teatro Spazio Reno – via Roma, 12, Calderara di Reno, (BO) Vedi mappa · Ottieni indicazioni. Per prenotazioni Danilo Malferrari (Associazione Le Nuvole) Cell. 339 2309012

Venerdì 13 e sabato 14 aprile alla Cantina Bentivoglio – Lo zingaro miracoloso: Django Reinhardt, il geniale chitarrista manouche

Django Reinhardt

Django Reinhardt

Fabrizio De Andrè scrisse: “Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fior”. Ma chi avrebbe mai pensato che dalla Zone, il quartiere più malfamato di Parigi negli anni ’30, ne spuntasse uno di così rara bellezza. Django Rehinardt dormiva nei carrozzoni in mezzo al fango, apparteneva alla popolazione dei manouches, ovvero zingari, come li chiamiamo noi. E dalla loro tradizione musicale, tutta trasmessa oralmente, è sbocciato un talento incommensurabile che ha cambiato volto alla musica di quegli anni e dato vita ad uno stile amato ancora oggi dai chitarristi di tutto il mondo.

Il cantautore Franz Campi rievoca la sua storia con ironia e leggerezza attraverso aneddoti ed elementi storici, insieme alla musica del Martirani Gipsy Swing, il trio capitanato dal chitarrista Giampiero Martirani, con Alessandro Volta alla chitarra, Max Turone al contrabbasso e, come special guest, il violinista Valentino Corvino.

Nello spettacolo si compie una sorta di jam session con il pubblico che viene coinvolto nel decidere, volta per volta, il tema del racconto riportato da Franz e talvolta a leggere direttamente appunti o ricordi dei protagonisti della vita di Django.

La rocambolesca e irresponsabile esistenza di Reinhardt, si contrappone alla sua grandezza di musicista compositore ed esecutore: analfabeta e completamente autodidatta, Django è stato con la sua chitarra uno dei più grandi improvvisatori e il suo quintetto, l’Hot Club de France, il portabandiera del jazz europeo.

Ma Django è soprattutto l’eroe dei manouche che ancora venerano il suo ricordo. E’ stato, come il grande Duke Ellington con cui condivise un’importante tournè negli USA, il riferimento per l’ideale riscatto di un popolo, per un tentativo di integrazione nella società. E infatti la sua reputazione ha varcato i tempi e le frontiere, imponendosi alle generazioni successive al di là del Jazz , la musica che lo rese popolare.

L’audio delle due serate sarà registrato da Butterfly Movie di Bernie Signorin e Antonio Ricossa per la realizzazione di un progetto discografico.

 

Franz Campi  www.franzcampi.it      Giampiero Martirani http://giampieromartirani.com/

L’evento su Facebook   – Per informazioni e prenotazioni: Cantina Bentivoglio – via Mascarella 4/B – Bologna – Tel. 051 – 265416 – jazz@cantinabentivoglio.it

Questa voce è stata pubblicata in News e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.
avatar

Info su red

Pier Giorgio Tegagni: redazione e admin di Italianissima Music Press.